Account Login Register
CALDO E DOLORI ARTICOLARI: 5 COSE CHE NON SAPEVI

CALDO E DOLORI ARTICOLARI: 5 COSE CHE NON SAPEVI

Con l’avvento del caldo e della stagione estiva, chi soffre di dolori articolari spesso si chiede cosa può cambiare, in merito al proprio disturbo, con l’innalzarsi delle temperature e talvolta dell’umidità. 

Partendo dalla premessa che per quanto riguarda i disturbi fisici, molte cose sono soggettive e che a parità di situazioni, a volte, si beneficia di comportamenti opposti, possiamo andare a descrivere a grandi linee, come influisce il caldo sui dolori articolari:

  1. Il dolore degenerativo, tipico dell’artrosi, è contrastato dal calore. A questo servono, ad esempio, i fanghi termali, i bagni caldi, le pietre scaldate dei massaggi orientali, ma soprattutto la luce del sole.
  2. Il caldo risulta un efficace alleato contro le contratture in quanto dona una migliore elasticità delle fibre muscolari, dei tendini e dei legamenti. Nello specifico il caldo è utile per contratture, artrosi, dolore cronico, insufficienza circolatoria e, molto più frequente, per la rigidità muscolare che può essere provocata dalla contrazione dei muscoli, come nel caso di spasmi e crampi, provocando un dolore acuto e molto fastidioso che limita i movimenti dando la sensazione di essere “bloccati”.
  3. Il caldo afoso (così come il freddo umido) possono determinare in molte persone l’insorgere di problematiche legate a patologie particolari come l’artrite (ossia dolori originati da malattie reumatiche di origine infiammatoria) che, in climi più miti, possono magari restare silenti per anni.
  4. L’esposizione al sole estivo permette al nostro organismo di assorbire la vitamina D che ha un forte effetto immunomodulatore e agisce positivamente sulla condizione delle nostre ossa e delle nostre giunture, contribuendo a lenire gli effetti delle patologie reumatiche. Questo assorbimento è un dato scientificamente provato, tanto è vero che nelle stagioni calde si sospendono le prescrizioni di questa vitamina, per evitare che i pazienti ne assumano quantità in eccesso.
  5. Il sollievo fornito da un rilassante soggiorno marino è di per sé un fattore di contrasto dei dolori articolari. Per i benefici fisiologici e biochimici, ma anche per l'apporto psicologico, “anti-depressivo”, produttore di benessere complessivo, anche articolare.

Write Comment