Account Login Register
  • -54% ETERMIS 4 SIR INTRADERM 1ML2PZ

ETERMIS 4 SIR INTRADERM 1ML2PZ

  • € 120.00

  • € 260.00
- +

MERZ AESTHETICS

ETERMIS 4

Composizione
Acido ialuronico (come indicato nella tabella sottostante), tampone sodio-fosfato pH 7,1quanto basta a 1 g, contiene mannitolo.
Una siringa contiene 1 ml sterilizzato a vapore.

Concentrazione di acido ialuronico
24 mg/ml

Descrizione del prodotto
Etermis è un gel sterile, apirogeno e fisiologico costituito da acido ialuronico(HA) reticolato di origine non animale (agente reticolante: BDDE o butanediol digliciletere).
Il gel si presenta in siringa graduata usa e getta, preriempita.
Ogni confezione contiene 2 siringhe di Etermis, 4 aghi sterili, un foglietto illustrativoe 4 etichette da aggiungere alla cartella del paziente per garantire latracciabilità.

Aghi inclusi
• 2 x 27 G ½"
• 2 x 25 G 1"

Indicazioni
Rughe gravi e profonde.

Risultati
Etermis 2: riempimento di rughe lievi e superficiali. Aumento del volume cutaneo.
Etermis 3: Riempimento di rughe moderate. aumento del volume cutaneo. Durata di almeno 12mesi nelle pieghe naso-labiali.
Etermis 4: riempimento di rughe cutanee profonde. Aumento e ridefinizione dei volumi delviso.

Indicazioni
Etermis 2: impianto iniettabile indicato per il riempimento di rughe superficiali delviso tramite iniezione nel derma superficiale e/o medio nell’area periorale e sulcontorno labbra.
Etermis 3: impianto iniettabile indicato per il riempimento di rughe moderate del viso,tramite iniezione nel derma medio e/o profondo delle pieghe naso-labiali e delle rughedella marionetta, e per l’aumento del volume delle labbra.
Etermis 4: impianto iniettabile indicato per il riempimento di gravi perdite di volumecutaneo profondo localizzate nel viso, tramite iniezione nel derma medio e/o profondodelle pieghe naso-labiali e delle rughe della marionetta, e per l’aumento delvolume delle labbra.

Controindicazioni
Il prodotto (come tutti i filler a base di acido ialuronico) non deve essere utilizzatoin:
• pazienti che assumono farmaci tipo FANS, antiaggreganti, anticoagulanti,immunosoppressori, immunomodulatori;
• pazienti che presentano patologie allergiche, malattie autoimmuni, patologiegranulomatose tipo sarcoidosi, endocarditi batteriche subacute;
• pazienti che presentano problemi cutanei di tipo infiammatorio e/o infettivo (adesempio: acne);
• pazienti che presentano un’ipersensibilità nota ai prodotti a base diacido ialuronico;
• pazienti con tendenza a sviluppare condizioni cutanee di tipo infiammatorio o inquei pazienti con tendenza a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidi;
• donne in gravidanza o allattamento;
• bambini e adolescenti;
• caso di iniezione nella zona del naso o nell’area glabellare.

Precauzioni per l'uso
• Non iniettare in tendini, muscoli e ossa.
• Non iniettare per aumentare il volume del seno.
• Non iniettare nei vasi sanguigni (intravascolare). L’introduzione delprodotto nei vasi sanguigni può causare embolia, occlusione vascolare, ischemia oinfarto. Prestare particolare attenzione durante l’iniezione di filler nei tessutimolli, ad esempio iniettare il prodotto lentamente e applicare la minima quantitàdi pressione necessaria.
• Non sovracorreggere.
• Non iniettare in una zona che ha già subito un’iniezione con unprodotto di riempimento non riassorbibile o trattata recentemente.
• Non iniettare contemporaneamente a tossine botuliniche nella stessa area.
• Raccomandare al paziente di non truccarsi durante le 12 ore che seguonol’iniezione e di evitare l’esposizione prolungata al sole, ai raggi UV, algelo e al calore (sauna o bagno turco) per due settimane dopo l’iniezione.
• Non utilizzare in associazione con altre tecniche di medicina estetica qualipeeling chimico, dermoabrasione o laser.
• Non iniettare su rughe glabellari (rischio di necrosi).

Effetti indesiderati
Eventi immediati e a comparsa precoce legati all'iniezione.
• Infiammazione (arrossamento, eritema, edema, gonfiore, dolore, ipertermia).
• Sensazione di prurito, bruciore.
• Irritazione, dolorabilità, parestesia.
• Sanguinamento, contusione, ematoma, telangiectasia.
• Occlusione vascolare.
• Formazione di nodulo infiammatorio e non infiammatorio (protuberanze/tumefazioni),indurimento, asimmetria.
• Alterazione del colore della cute.
• generalmente dovuto a iniezione superficiale che porta a colorazione bluastradella pelle, noto come effetto Tyndall.
• dovuto a ischemia che porta ad arrossamento se è occlusa la vena oppure asbiancamento se è occlusa l‘arteria.
• Iperpigmentazione in particolare nei fototipi umani di grado da IV a VI secondo lascala Fitzpatrick.
• Ipersensibilità/reazioni allergiche che possono anche essere ritardate(orticaria, in casi isolati, anafilassi o edema di Quincke).
• Infezioni della congiuntiva, edema corneale, ifema, ptosi, oftalmoplegia,haemolacria.
• Associati a complicanze oculari e periorbitali.
Reazioni a comparsa ritardata (da settimane a mesi dopo l‘iniezione).
• Infiammazione ritardata legata all‘iniezione (eritema persistente,formazione di acne papulosa, ecchimosi).
• Infezioni, ascessi, formazione di biofilm, lesioni erpetiche ricorrenti.
• Migrazione/spostamento/dislocazione del prodotto.
• Formazione di granuloma infiammatorio e non infiammatorio (reazione a corpoestraneo).
• Fibrosi dermica, ulcera, cicatrizzazione, cellulite.
• Assenza o riduzione di efficacia (in casi isolati anche reazione a comparsaprecoce).
• Tutte le reazioni che persistono per più di una settimana devono essereriferite al medico il prima possibile.
Rare complicanze sono state riportate finora dalla letteratura.
• Necrosi.
• Complicanze oculari e periorbitali (compromissione momentanea o permanente dellavisione fino a cecità, diplopia, xantelasma).
• Mal di testa, capogiro, nausea, vomito causati da occlusione dell‘arteriacerebrale o retinica oppure da ictus.
• Embolia polmonare non trombotica, emorragia alveolare, opacità a vetrosmerigliato (dispnea, tosse).
• Formazione di granuloma sarcoide in soggetti con epatite C in trattamento coninterferone.
• Osteite.
• Ischemia cerebrale ed emorragia cerebrale, ictus.
• Ipopigmentazione particolare nei fototipi umani di grado da IV a VI secondo lascala Fitzpatrick.

Modalità d'uso - Posologia
Ad uso esclusivamente professionale, da parte di operatori sanitari che hanno ricevutouna formazione appropriata e hanno esperienza e una buona conoscenza dell’anatomiadella sede di iniezione e dell’area circostante.
Portare il prodotto a temperatura ambiente prima dell’iniezione.
Prima di cominciare il trattamento, è opportuno informare il paziente sulleindicazioni dell’impianto, le controindicazioni, le incompatibilità e ipotenziali effetti indesiderati.
Non iniettare più di 20 ml di acido ialuronico reticolato/per anno e perpersona.

Istruzioni per l’uso
Fare riferimento allo schema riassuntivo nel foglietto illustrativo.
• Svitare delicatamente il tappo dalla siringa.
• Premere e avvitare bene l’ago al puntale Luer Lock. Togliere il tappo diprotezione dell’ago tirando orizzontalmente.
• Prima dell’iniezione, disinfettare scrupolosamente l’area datrattare.
• Iniettare lentamente nell’area di iniezione indicata, secondo la tecnica diiniezione appropriata utilizzando l’ago in dotazione. Le tecniche di iniezioneraccomandate sono le seguenti: lineare retro-tracciante, a ventaglio, a reticolo, amicroponfi in serie, bolo o sandwich. La quantità da iniettare dipendedall’area da correggere.
• Si consiglia di usare uno degli aghi in dotazione.
• Le cannule non sono incluse nella confezione. L’uso della cannula dipendedalla tecnica e dall’area di iniezione. Usare solo le cannule con diametro internogrande almeno quanto il diametro degli aghi in dotazione.
• Se l’ago è otturato, non aumentare la pressione sul pistone,interrompere l’iniezione e sostituirlo con un ago dello stesso tipo.
• Dopo l’iniezione è importante massaggiare la zona trattata pergarantire la distribuzione uniforme del prodotto.
• Interrompere immediatamente l’iniezione se il paziente manifesta unoqualsiasi dei seguenti sintomi che comprendono cambiamenti della visione, segni di ictus,sbiancamento della cute o dolore insolito durante o poco dopo la procedura. In caso diiniezione intravascolare, i pazienti devono ricevere cure mediche tempestive e, sepossibile, essere visitati da uno specialista.
• Prima del trattamento, illustrare ai pazienti tutti i possibili rischidell’iniezione nei tessuti molli e assicurarsi che siano in grado di riconoscere isegni e i sintomi delle possibili complicazioni.

Avvertenze
• Non utilizzare se le confezioni risultano danneggiate.
• Non utilizzare dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.
• Non riutilizzare. In caso di riutilizzo di questo dispositivo, la sterilitàdel prodotto non può essere garantita.
• Non risterilizzare.
• Avvitare l’ago sulla siringa ruotandolo delicatamente finché risultiperfettamente fissato e usare solo gli aghi forniti con il prodotto. Eliminaresistematicamente tutte le siringhe e tutti gli aghi dopo l’uso, inconformità alle leggi in vigore. Gli aghi usati dovranno essere gettatinell’apposito contenitore per la raccolta differenziata.

Condizioni di conservazione
• Conservare a una temperatura tra +2 °C e +25 °C
• Non esporre a gelo o calore.
• Non congelare.
• Evitare l’esposizione alla luce.
• Evitare urti o impatti.

Cod. 11838